Gli incassi dei musei di Torino alle vittime del sisma

èChiara

{{unknown}}di Chiara Appendino, sindaco M5S di Torino In merito al terremoto che ha colpito il Centro Italia la scorsa notte, riporto qui un comunicato della Città, invitando tutta la cittadinanza a cogliere l’occasione questa domenica per far visita ai nostri musei. “Il sistema culturale torinese e piemontese si mobilita in aiuto delle popolazioni colpite dal terremoto che nella scorsa notte ha sconvoltonumerose comunità nell’Italia Centrale: dopo un rapido consulto fra gli assessori competenti della Città di Torino e della Regione Piemonte, è stato congiuntamente stabilito…

Il M5S cuneese vota NO al Referendum costituzionale, parte il Tour di Fabiana Dadone

Tra pochi mesi gli italiani si recheranno alle urne per esprimere una scelta importantissima su un argomento molto complesso e di difficile comprensione: la riforma della Costituzione italiana. La riforma voluta da Renzi e dalla maggioranza di Governo stravolge totalmente la Costituzione italiana del 1946 modificando numerosissimi articoli della stessa e per fermare l’insensata manovra che accentra tutto il potere dei cittadini nelle mani del governo nel mese di settembre nella provincia di Cuneo ho organizzato una serie di dibattiti con esperti nella materia in modo che i…

Italia 5 stelle: come raggiungere Palermo

Per raggiungere Palermo in occasione di Italia 5 Stelle sarà possibile godere di alcune convenzioni, che vanno incontro a tutte le tasche. Innanzi tutto si può volare per l’aeroporto di Punta Raisi con le compagnie low cost, ma anche con Alitalia che ha previsto uno sconto del 15% per chi viaggia verso Palermo. Dall’aeroporto si può raggiungere quindi il Foro Italico in bus o in taxi, proprio con Autoradio Taxi e Coop Trinacria sono state sottoscritte altre convenzioni. Si può raggiungere Palermo anche in nave da Napoli,…

Te lo ricordi il Pil?

Il Pil è di nuovo fermo. Dopo la fortunata parentesi internazionale del 2015, che consentì all’Italia di uscire dalla recessione grazie al crollo del prezzo del petrolio e al Quantitative Easing di Draghi, nel secondo trimestre 2016 i nodi vengono al pettine: variazione nulla rispetto al primo trimestre e variazione acquisita per il 2016 di un misero 0,6%. Significa che se nei prossimi due trimestri il Pil restasse ancora fermo la crescita di quest’anno si fermerebbe 1 punto percentuale sotto le previsioni del Governo (+1,6%).…