Solidarietà e gratitudine per Paolo Borrometi, giornalista nel mirino della mafia

Solidarietà e gratitudine per Paolo Borrometi, giornalista min…

Paolo Borrometi è un giornalista di 35 anni e ieri è stato vittima di un'intimidazione. Guardate questo video (E DIFFONDETELO!) per capire di cosa stiamo parlando. Dalla telefonata che lui stesso ha pubblicato sul suo sito (http://www.laspia.it/gran-pezzo-merda-carabiniere-ti-vengo-cercare-casa-ti-massacro-siracusa-le-minacce-de-carolis-nostro-articolo/) si evince la sfrontatezza della mafia che quando intimidisce un giornalista lo fa addirittura presentandosi con nome e cognome. Grazie alle sue inchieste giornalistiche contro i clan mafiosi sono stati sciolti comuni per mafia e l'italia ha potuto conoscere la verità su tante vicende relative a Cosa Nostra. Paolo è stato aggredito ad aprile del 2014 e dall'agosto dello stesso anno vive sotto scorta. Paolo non molla ed è nostro dovere stargli vicino e riconoscergli solidarietà, ma soprattutto gratitudine, per il preziosissimo lavoro che fa e soprattutto per l'esempio che dà a tutta la società.Oggi ho avuto modo di esprimergli la mia solidarietà di persona. E l'ho invitato ad avere forza e a non mollare mai. Sono certo che lo farà.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Lunedì 20 novembre 2017

Paolo Borrometi è un giornalista di 35 anni e l’altro ieri è stato vittima di un’intimidazione. Guardate il video per capire di cosa stiamo parlando. Dalla telefonata che lui stesso ha pubblicato sul suo sito si evince la sfrontatezza della mafia che quando intimidisce un giornalista lo fa addirittura presentandosi con nome e cognome.   Grazie alle sue inchieste giornalistiche contro i clan mafiosi sono stati sciolti comuni per mafia e l’Italia ha potuto conoscere la verità su tante vicende relative a Cosa Nostra. Paolo è stato aggredito ad aprile del 2014 e…

La BCE vuole congelarci i conti correnti

In caso di crisi degli istituti di credito, secondo un parere della BCE, ci dovrebbe essere una “pre-risoluzione” della durata massima di 5 giorni nel corso dei quali i conti bancari verrebbero bloccati. Questa mostruosità rafforza ulteriormente la moratoria prevista nella revisione sulla BRRD. In altre parole la norma che contiene il bail-in. Stando a quanto afferma la Banca Centrale Europea in questo parere, in caso di banche in difficoltà, anche i conti correnti sotto i 100 mila Euro subirebbero un possibile congelamento fino a 5 giorni.…

Uffici postali: aspettando Godot il Governo lascia i piccoli comuni senza servizi

Siamo arrivati al quarto anno di taglio dei servizi postali a danno dei piccoli comuni e dei cittadini di serie B che ci vivono, e a guardare bene ci apprestiamo a entrare nel quinto anno. L’audizione dell’amministratore delegato di Poste italiane, Del Fante, svoltasi alla Camera è stata uno show messo in atto dai presidenti delle Commissioni Trasporti e Ambiente per pubblicizzare la recente legge sui piccoli comuni. Uno spot elettorale che però non ferma la procedura di chiusura e tagli messa in atto da…

TARI: SCOPRI SE HAI PAGATO PIÙ DI QUANTO PREVISTO DALLA LEGGE

Nel mese di ottobre del 2016 il MoVimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione parlamentare per sottolineare come il calcolo operato dai Comuni italiani sulla quota variabile della Tari fosse palesemente errato. Come è noto, infatti, la Tassa Rifiuti si compone di due quote: una fissa, in funzione dei metri quadri degli immobili, e una variabile che dovrebbe cambiare in funzione del quantitativo reale di rifiuti prodotto ma che, in mancanza di strumentazioni adeguate, i Comuni calcolano in rapporto ai componenti dell’utenza. Quel che è accaduto…

No al soccorso rosso e no alla Lega: per noi pari sono

Da qualche settimana siamo perseguitati da due stalker: MDP (che sta per Mantenimento Della Poltrona) e Lega Nord. Sono le frange, anzi, le frangette del Sistema. Dopo il voto in Sicilia, che ha messo in discussione la sicurezza delle ammucchiate con il Rosatellum, il loro stalking si è fatto martellante. Noi con questa gente non vogliamo averci nulla a che fare. Dopo aver fatto governi con tutti, dopo aver approvato le leggi peggiori (Fornero, Equitalia), dopo aver distrutto migliaia di risparmiatori con le gestioni fallimentari…