Il discorso di Manuele Isoardi per Cuneo commuove Luigi Di Maio

Manuele Isoardi con Luigi Di Maio e Davide Bono

Ieri sera la mia voce si è rotta per un attimo, mi sono commosso ripensando a tutte quelle cittadine e cittadini, madri e padri di famiglia che, in questi anni di mandato, mi hanno incontrato sotto i portici o nelle piazze di Cuneo e mi hanno "raccontato la crisi" come nessun analista avrebbe saputo fare. La perdita del lavoro, la difficoltà di pagare le rate del mutuo, gli sfratti sono solo i principali dei problemi cui, mio malgrado dall'opposizione, non sono riuscito a dare una risposta concreta. Con l'aiuto di TUTTI VOI, se deciderete di eleggermi Sindaco di questa città, lavorerò per dare risposte concrete a chi si trova in difficoltà. Non basta un #Cuneosifabella per essere più buoni o un #illuminata per portare alla luce e cercare di risolvere o alleviare le pene di chi non riesce ad arrivare a fine mese. NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO, lo dicevamo nel 2013, ci crediamo ancora oggi. Vi invito ai prossimi incontri nei quali entreremo nel dettaglio del programma… state sintonizzati!

Pubblicato da Manuele Isoardi candidato sindaco M5S Cuneo su Venerdì 19 maggio 2017

“La mia voce si è rotta per un attimo, mi sono commosso ripensando a tutte quelle cittadine e cittadini, madri e padri di famiglia che, in questi anni di mandato, mi hanno incontrato sotto i portici o nelle piazze di Cuneo e mi hanno “raccontato la crisi” come nessun analista avrebbe saputo fare. La perdita del lavoro, la difficoltà di pagare le rate del mutuo, gli sfratti sono solo i principali dei problemi cui, mio malgrado dall’opposizione, non sono riuscito a dare una risposta concreta.…

Stampa contro M5S: lobby contro cittadini

I partiti e la politica sono morti e i morti non possono combattere il M5S. Ecco che una guerra inedita travolge l’Italia: 4° potere contro M5S. Un potere autoreferenziale, per nulla rispondente a principi di democrazia, contro un potere che risponde a logiche democratiche, ad un elettorato. Lobby di interesse specifico contro interesse pubblico. L’ultimo esempio? Roma ovviamente!