(Quasi) 5 anni di MoVimento in Consiglio comunale a Busca

A Busca il MoVimento 5 stelle si è presentato nel 2014 ed è riuscito a far eleggere in Consiglio Comunale il candidato Sindaco Gianpiero Bianchi. In questa rubrica Gianpiero e il gruppo M5s di Busca ci raccontano questi (quasi) 5 anni da cittadini attivi in consiglio comunale.


Il prossimo anno il Comune di Busca andrà ad elezioni ed è il momento per il Movimento 5 Stelle di Busca di fare un bilancio dell’attività svolta in questa consigliatura e tirare le somme. In questi (quasi) 5 anni da cittadini attivi, per la prima volta con un portavoce in consiglio comunale, abbiamo cercato di svolgere la nostra azione di controllo con attenzione e competenza, entrando nel merito di ogni situazione.

Ci siamo contrapposti democraticamente con la dialettica, alla preponderante forza numerica della Giunta di maggioranza. Certo, come minoranza non si hanno molte possibilità propositive, ma nonostante questo siamo riusciti lo stesso a far approvare numerose nostre mozioni.

Ci siamo concentrati in particolare, nel portare avanti le istanze di chi si trova in un momento di difficoltà, ma anche su temi di attualità: adozione del baratto amministrativo, lotta alla ludopatia, adozione della LIS (lingua dei segni per audiolesi), sicurezza dei cittadini e dei parchi bimbi, sulla rimozione dell’amianto, pagamenti elettronici per i servizi comunali, istituzione di un tempo per le domande del cittadino in consiglio comunale. Queste sono solo alcune delle tante mozioni da noi presentate ed approvate in consiglio comunale.

Nella nostra azione di controllo ci sono stati due episodi degni di nota: la modifica del Regolamento di alienazione dei beni comunali e la clamorosa votazione sul DUP (Documento Unico di Programmazione) 2017.

Per quel che riguarda il regolamento, a nostro avviso esso presentava palesi problemi di regolarità ed andava modificato, in particolare il punto che permetteva la alienazione di beni del Comune ad Onlus o Enti senza fini di lucro, senza mettere in gara la cessione stessa, quindi senza concorrenza. Per questo ci siamo rivolti al Garante della Concorrenza e del Mercato che ha dato ragione alla nostra osservazione, stabilendo che il regolamento violava le norme del mercato e della concorrenza. In virtù di questo pronunciamento del Garante, la Giunta ha dovuto quindi provvedere a correggere il regolamento adeguandolo a quanto richiesto ed eliminando il punto incriminato.

Per quanto riguarda il DUP 2017, abbiamo assistito a una maggioranza che ha votato compatta un documento che conteneva palesi errori nelle cifre esposte, fatto assolutamente grave trattandosi di un documento di programmazione. Questo è avvenuto  nonostante  avessimo evidenziato e documentato in modo inoppugnabile la cosa: il documento portato in votazione riportava macroscopici errori, probabilmente imputabili al programma di compilazione o errori di inserimento, ma che per questo non permettevano un esame corretto del documento. La maggioranza, con una inspiegabile prova di forza, ha  messo lo stesso in votazione il documento errato, riproponendosi di variarlo e correggerlo in seguito. Un’atteggiamento superficiale e scorretto, che abbiamo denunciato con forza!

Ora si avvicina la fine della consigliatura e stiamo valutando come gruppo buschese del Movimento 5 Stelle, l’opportunità di ripresentare una lista o se non convenga rimanere in panchina e preparare una squadra per il prossimo giro. La discussione è aperta, tutti i cittadini buschesi sono invitati a partecipare.

Ti piace questo articolo?

Condividilo su Facebook
Condividilo su Twitter

Lascia un commento

Seguimi sui miei canali online
5/5