Siete 5 stelle? Dimenticate le poltrone e siate coerenti

“Mi costa molto scrivere queste righe dal punto di vista emotivo ed umano. Ma dal punto di vista etico e politico mi sento tenuto a farlo.

I colleghi Marco Affronte e Marco Zanni hanno deciso di lasciare la delegazione ed il MoVimento 5 Stelle per passare il primo ai verdi e il secondo al gruppo di Salvini – Le Pen.

Per carità, nella vita può capitare di cambiare idea o direzione, di non trovarsi più a proprio agio dentro un progetto o un gruppo, per diversi motivi di svariata natura. Entrambi i Marco avevano manifestato più volte nel tempo, in maniera critica e spesso pubblicamente, dubbi sulla loro permanenza nel m5s. Ci può stare, in un grande Movimento è normale che ci siano entusiasmi, visioni e sentimenti diversi. Ci sta e lo accettiamo.

Abbiamo sempre considerato sia Marco Affronte che Marco Zanni delle persone preparate e siamo ovviamente dispiaciuti per non essere riusciti a farli desistere da questa idea che covava nella testa di entrambi da molto tempo. Adesso però, per confermarsi con noi e con tutti i cittadini come persone coerenti ed integerrime, ci aspettiamo da entrambi che al posto di transitare a destra e manca, partecipando al mercato delle vacche in edizione europea e facendo quello che abbiamo sempre criticato agli altri, si dimettano e lascino il loro seggio al Movimento 5 Stelle, che ne è l’effettivo titolare, così come da impegno sottoscritto da entrambi al momento della candidatura.

I dubbi e le difficoltà possono capitare a tutti, bisogna capire se c’è la volontà di superarle insieme al gruppo e alle persone con cui hai condiviso un percorso, che in questo caso ti ha portato ad essere europarlamentare, oppure no. Se capisci che non hai più l’energia e la voglia di lottare per questo progetto allora ti devi fare da parte e far spazio ad altri. Da queste piccole cose si misura l’effettiva coerenza e la credibilità di una persona nel suo percorso. Entrambi hanno la possibilità di dimettersi e rivendicare le loro diverse idee sul territorio da liberi cittadini, lasciando il seggio a chi vuole rappresentare quei milioni di cittadini che hanno votato e sostenuto il m5s.

Mi dispiace veramente dirlo, ma se non rassegneranno le loro dimissioni da eurodeputati per me avranno la stessa credibilità di un Currò o di uno Scilipoti qualunque.”

Ignazio Corrao