ABOLIZIONE FINANZIAMENTO PUBBLICO ALL’EDITORIA!

PROPOSTA M5S IN AULA: ABOLIZIONE FINANZIAMENTO PUBBLICO ALL’EDITORIA!

Ieri è iniziata nell’aula della Camera dei Deputati la discussione generale sulla proposta di legge M5S,a prima firma Brescia, di abolizione del finanziamento pubblico all’editoria.

Era tra i 20 punti per uscire dal buio, uno dei tasselli nodali del nostro programma e oggi l’aula di Montecitorio (dopo oltre un anno di lavoro in commissione) si appresta ad affrontare una questione che il M5S ritiene nodale: la libertà di informazione. Sì perchè se l’informazione ha un rapporto di subordinazione con la politica, non potrà essere libera al 100% ed avrà, verso coloro che li finanziano, un atteggiamento maggiormente indulgente e generoso. Al limite della propaganda spicciola e dell’asservimento insomma!

Le critiche mosse verso questa proposta sono tutte risolte al rischio verso il pluralismo dell’informazione ma in un mondo nel quale le informazioni viaggiano liberamente su Internet e qui, tramite piattaforme, blog, social e altro ancora le persone non possono forse manifestare ed esporre liberamente il proprio pensiero? Non si possono reperire informazioni di tutti i tipi per poi spingere il lettore a farsi un’idea propria? Direi proprio di sì.

Resta ferma quindi la nostra volontà di ribadire forte e chiaro che un’informazione libera da logiche di finanziamento e di subordinazione (seppur negata perchè involontaria o inconscia) eleverebbe la qualità della’informazione stessa.

Se questa proposta venisse approvata dalle Camera, potremmo finalmente evitare di vederci etichettati come “pecora nera d’Europa per libertà di informazione!”

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento