Con lo smart working tuteliamo i lavoratori, gli utenti e puntiamo a una maggiore efficienza dei servizi della Pa

Molte Regioni, Province, Comuni grandi e piccoli, oltre alle grandi amministrazioni centrali stanno già rispondendo in modo proficuo alla circolare che incentiva l’adozione di soluzioni di lavoro agile e prende corpo, passo dopo passo, la rivoluzione organizzativa che propugniamo da mesi.

La nostra direttiva piace anche a chi non è obbligato a seguirla e si muove in autonomia, come il Senato della Repubblica. Ne sono orgogliosa.

Grazie quindi a Sindaci, Presidenti e dirigenti che si stanno adoperando in tal senso, soprattutto per la prontezza con cui stanno dando impulso a una organizzazione del lavoro più flessibile e innovativa negli uffici pubblici. Non solo nell’ottica di far fronte all’emergenza contingente, ma in vista di una ancora maggiore efficienza strutturale dei servizi resi ai cittadini.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento