Galan, il decaduto dimenticato

DECADENZA GALAN: INIZIATO LAVORO IN GIUNTA ELEZIONI GRAZIE AL M5S!

È finalmente partito, in Comitato Incompatibilità, ineleggibilità e decadenze (Giunta Elezioni), l’iter che porterà alla decadenza del Dep. Giancarlo Galan.

Il presidente del Comitato (Pagano -Ncd-), nella breve relazione riassuntiva del caso di specie, ha fatto presente come il Tribunale di Venezia abbia disposto, in data 16 ottobre 2014, l’applicazione della pena su richiesta delle parti (patteggiamento) nella misura di due anni e dieci mesi di reclusione e confisca dei beni per 2.600.000 euro. Sentenza divenuta definitiva in data 2 luglio 2015 (condizione necessaria per poter dichiarare la decadenza ai sensi della Legge Severino).

La procedura poi si è attivata con la comunicazione della sentenza passata in giudicato alla Presidente della Camera, “con nota pervenuta il 19 novembre 2015″… con celerita’ ineccepibile, commenta Pagano!

Che dire … lo ringrazio di cuore per l’indiretto complimento!
La celerità della procedura di comunicazione alla Camera dei Deputati, e della Presidente Boldrini alla Giunta, dipende semplicemente dal fatto che la sottoscritta ha fatto apposita istanza prima alla Corte di Cassazione VII Sez. Penale, poi al Tribunale di Venezia, per ottenere copia conforme della sentenza, con il timbro dell’irrevocabilita’, proprio per poter sollevare la questione in Giunta, con carte alla mano, e dichiarare finalmente la decadenza di Galan.

Alla faccia di chi dice che i cittadini nelle istituzioni non servono a nulla!
I giornalisti e la TV queste cose non le raccontano ma la verità è che le persone oneste, con tante piccole azioni, possono cambiare il mondo e migliorarlo … o quantomeno possono evitare che un soggetto condannato continui a percepire la grassa retribuzione da deputato!

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento