L’inadeguatezza della Presidentessa Boldrini su Galan

La Presidente Boldrini ha risposto sulla richiesta di sospensione dell’erogazione delle indennità parlamentare per l’ “Onorevole” Galan.
Stranamente la risposta è: picche!

Non importa che Galan sia stato condannato in via definitiva e che ci sia il timbro dell’irrevocabilità da mesi sulla sentenza.
Ciò che importa è tutelare il suo diritto costituzionale a ricevere lo stipendio… anche perchè, poverino, già gli hanno sospeso i rimborsi spese!!!

Il finale di questa lettera è l’apoteosi dell’immobilismo politico, leggete la frase, a me sono cadute le braccia: “ove l’assemblea si pronunci” l’assemblea ratifica sempre le decisioni della giunta ma la Presidentessa è ignorante in materia “per la decadenza dal mandato di un deputato, la cessazione dell’erogazione dell’indennità parlamentare non può che avere luogo a far data da tale deliberazione”… acqua calda e ipocrisia per non dire malafede e totale inadeguatezza al ruolo istituzionale.

Questi la Costituzione se la ricordano solo quando gli fa comodo, non quando la calpestano con leggi porcata come l’Italicum, il Jobs Act, il decreto Banche Popolari o la riforma di abolizione del Senato.

Altro che rottamazione, questa è la solita casta ipocrita e distante anni luce dalla realtà dei cittadini.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento