Sulla scorta ho fatto solo il mio dovere

«Mentre piangiamo su numeri ed età avanzata degli appartenenti alle forze di polizia, troviamo il modo di stupirci per la scelta di rifiutare la scorta della polizia. Come poliziotti diciamo grazie al ministro: per non aver intaccato le poche risorse disponibili nella gestione dei servizi di Ordine e sicurezza pubblica, per non aver indebolito i servizi istituzionali, per non aver ridotto quelle poche risorse che da tempo denunciamo essere insufficienti, rinunciando volontariamente allo status symbol costituito dalla scorta»

Così la lettera del Siulp Cuneo, riportata oggi da la Stampa Cuneo.

Credo di aver fatto solo il mio dovere. E comunque ho agito come mi sentivo, secondo la mia educazione, i miei valori. Sono io che ringrazio le forze di polizia per il loro contributo quotidiano a salvaguardia della sicurezza di tutti noi.

QUI trovate l’articolo de La Stampa Cuneo che parla della lettera della Siulp di Cuneo, il sindacato di polizia più rappresentativo in provincia e in Italia.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento