Trasformiamo le nostre città da deserti di asfalto e di cemento in foreste urbane

Il 17 e 18 novembre torna Alberi per il Futuro

Partecipa ad #AlberiperilFuturo il 17 e 18 novembre. Contribuisci a creare un futuro più verde, più sano e più felice in cui vivere. Non esiste un pianeta BPer tutti i dettagli visita www.alberiperilfuturo.it

Pubblicato da Associazione Rousseau su Martedì 13 novembre 2018

di Davide Casaleggio

L’epoca che viviamo sta conoscendo delle trasformazioni straordinarie. Nel 2007, per la prima volta nella storia dell’umanità, la popolazione che vive nelle città ha superato quella delle campagne.

Nel 2050 la popolazione mondiale che vivrà in centri urbani supererà i due terzi del totale. Due miliardi e mezzo di persone in più rispetto a oggi. Quindi le nostre vite saranno sempre di più profondamente influenzate dai centri in cui vivremo. Tanto le città medie quanto le grandi metropoli dovranno affrontare emergenze legate all’inquinamento.

Per questo motivo, tutti noi in quanto cittadini del mondo, abbiamo una missione: trasformare le nostre città da deserti di asfalto e di cemento in foreste urbane. Se vogliamo che il mondo abbia un futuro, dobbiamo lavorare affinché le città abbiano al loro interno alberi in ogni spazio disponibile. Badate bene: non si tratta di una questione di mero arredo urbano, o di bellezza.

Le malattie connesse all’inquinamento urbano sono in costante aumento. Il nostro Paese è al primo posto in Europa per morti da biossido di azoto e per l’ozono. In città sempre più soffocate dalla CO2, gli alberi mitigano le ondate di calore, producono ossigeno e puliscono l’aria. Per questo vi invito i prossimi 17 e 18 novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi all’edizione 2018 di “Alberi per il Futuro”. Lo scorso anno in 67 città, migliaia di cittadini hanno piantato oltre 23.000 nuovi alberi.
Quest’anno ci saranno nuove piantumazioni in tantissime città. Per tutti i dettagli visita il sito alberiperilfuturo.it.
Non esiste un pianeta B. Abbiamo una sola Terra e forse la più grande battaglia che valga la pena di combattere è quella per la salvaguardia dell’ambiente. Partecipa anche tu ad #AlberiPerIlFuturo. Contribuisci a creare un futuro più verde, più sano, più felice in cui vivere.

Promuovi anche tu l’evento scaricando qui il KIT SOCIAL

Ecco tutti i comuni che hanno aderito, consulta la mappa:

Abruzzo: Alba Adriatica, Giulianova, Silvi, Spoltore, L’Aquila, Pescara, Teramo
Basilicata: Matera, Melfi, Potenza, Pisticci, Policoro, Ripacandida
Calabria: Acri, Bisignano, Crosia, Corigliano Rossano, Crotone, Lamezia Terme, Vibo Valentia
Campania: Agropoli, Avellino, Battipaglia, Bellona, Caiazzo, Capaccio, Casagiove, Castel San Giorgio, Chiusano di San Domenico, Eboli, Marano di Napoli, Pellezzano, San Giorgio a Cremano, Sapri, Somma Vesuviana, Sarno, Teverola, Volla
Emilia-Romagna: Argenta, Carpi, Castelfranco Emilia, Faenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rubiera, San Lazzaro di Savena
Friuli Venezia Giulia: Pordenone
Liguria: Genova
Lazio: Cassino, Formia, Guidonia Montecelio, Ladispoli, Roma, Pomezia, Tarquinia
Lombardia: Brescia, Busto Arsizio, Casalpusterlengo, Grottaferrata, Guidizzolo, Lonato del Garda, Milano, Pavia, Rho, Seveso, Varedo, Varese, Vimodrone
Marche: Ancona, Castelfidardo, Mondolfo, Osimo (4)
Molise: Campobasso, Campomarino, Conca Casale, Isernia, Venafro, Vinchiaturo (6)
Piemonte: Acqui Terme, Alba, Torino (3)
Puglia: Acquaviva delle Fonti, Bari, Brindisi, Bisceglie, Canosa di Puglia, Carbonara di Bari, Casamassima, Carovigno, Castellana Grotte, Casarano, Cerignola, Corato, Crispiano, Conversano, Francavilla Fontana, Galatina, Lecce, Monopoli, Margherita di Savoia, Noicattaro, Ruvo di Puglia, Santeramo in Colle, San Nicandro Garganico, Taviano, Torremaggiore, Trinitapoli, Trani, Valenzana.
Sardegna: Carbonia, Oliena, San Vero Milis .
Sicilia: Acireale, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Adrano, Alcamo, Agrigento, Augusta, Bagheria, Caltagirone, Floridia, Frazione di Piano, San Paolo, Catania, Comiso, Erice, Grotte, Mazara del Vallo, Marsala, Misterbianco, Modica, Palermo, Pantelleria, Partinico, Priolo Gargallo, San Cipiriello, Sciacca, Trecastagni
Toscana: Arezzo
Umbria: Assisi – Petrignano, Bastia Umbra, Spoleto
Valle d’Aosta: Aosta, Chatillon,
Veneto: Albignasego, Chioggia, Garda, Pescantina, Treviso, Verona, Villafranca di Verona

 

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento