L’accesso agli atti che fa bene all’Italia

Trasparenza, controllo e abbattimento del contenzioso. Ma anche più potere del Parlamento contro la prepotenza del Governo. Ecco i benefici immediati dellaproposta del M5S sull’accesso agli atti della pubblica amministrazione.

Ma che significa accesso agli atti per i parlamentari?
Significa accendere la luce nelle stanze buie della burocrazia, controllando ogni singolo atto: appalti, nomine, stanziamenti, etc…

Significa creare un deterrente contro la cattiva gestione della cosa pubblica.

Significa porre fine agli sprechi e alla corruzione dilagante della pubblica amministrazione.

Significa far risparmiare ai cittadini decine di miliardi di euro di sprechi.

Poche righe che il M5S chiede di inserire nella legge 241 del 1990 per ottenere un grande cambiamento atteso da anni.

In poche parole: la normalità innovatrice del M5S contro il fallimento sconcertante della politica delle larghe intese Pd e Pdl.

Ecco il testo della legge

Ti piace questo articolo?

Condividilo su Facebook
Condividilo su Twitter

Lascia un commento

Seguimi sui miei canali online
5/5