La svolta leghista di Fabiana Dadone (a sua insaputa)

Le #FakeNews dei giornalisti italiani colpiscono anche me…

questa volta devo ringraziare FRANCESCA BUONFIGLIOLI di #Lettera43 per avermi considerata vicina ad un leghista.

Lo considero un vero e proprio insulto e alle opinioni, tutte personali, della giornalista (scrive della mozione abbinata alla Lega: “Molto indirettamente visto che i testi presentavano evidenti punti in comune.”) antepongo quanto scrissi con chiarezza e senza equivoco di fraintendimenti il 25 ottobre 2016:
“Nella nostra mozione noi critichiamo indirettamente la posizione della Lega e di Fedriga, che non fa altro che provocare una “guerra tra poveri” per poi attaccare il Governo per la sua incapacità di comprendere la situazione economica del Paese e trovare soluzioni alternative a quelle deleterie dell’austerity.” (http://www.fabianadadone.it/…/migranti-la-pancia-della-leg…/)

Ad essere ancora più precisi, come accadde per la mozione Dadone, alla mozione Fedriga (Lega Nord) furono abbinate altre mozioni, nello specifico del Pd, di Alternativa libera, di Forza Italia e di Fratelli d’Italia. Quindi riguardo al caso di presunto collegamento o connubio Lega-M5S in occasione della mozione sui migranti e sulla crisi italiana, l’ipotesi appare quanto meno azzardata. Una #FakeNews.

Ecco le mozioni abbinate:

  • 1/01405 Andrea Maestri (Alternativa Libera-Possibile)
  • 1/01406 Carnevali (PD)
  • 1/01409 Rampelli (FDI)
  • 1/01411 Ravetto (FI)
  • 1/01287 Fedriga (LN)
  • 1/01401 Dadone (M5S)