Lobby del farmaco: stoppiamo il regalo del Governo

Abbiamo inviato al presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, una lettera al fine di chiedere un suo tempestivo intervento, sia presso la Conferenza Stato-Regioni che nei confronti del Governo, “affinché si pongano le condizioni per rimediare a questa vera e propria dilapidazione di risorse pubbliche” causata dai due emendamenti-regalo nei confronti della lobby del farmaco accolti dal Governo”.

Già il Dl Enti locali contiene inaccettabili tagli lineari alla sanità, ma che la lobby del farmaco esca incolume da questa sforbiciata è veramente intollerabile. Il Governo, ponendo la fiducia, ha precluso ogni possibilità di rimediare a questa ingiustizia i cui effetti, tra l’altro, si ripercuoteranno negativamente sui conti delle Regioni e dunque sui cittadini che anche Chiamparino rappresenta, in quanto presidente della Regione Piemonte.

Ricordiamo che i due emendamenti accolti dal Governo, a firma di senatori di Forza Italia, NCD e CRI, hanno comportato modifiche che pregiudicano risparmi per circa 200 milioni.

Quella appena persa, volutamente, avrebbe potuto essere una concreta occasione per ridurre la spesa farmaceutica ospedaliera, che è costantemente al di sopra dei tetti stabiliti per legge in tutte le Regioni.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento