Terrorismo: M5S a Consiglio d’Europa, preoccupazione per deroga Francia a diritti umani

Oggi 10 dicembre 2015 ricorre l’anniversario dell’adozione della Dichiarazione Universale dei diritti umani da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Con l’occasione i delegati parlamentari italiani del Movimento Cinque Stelle presso il Consiglio d’Europa, Maria Edera Spadoni, Manlio Di Stefano, Vincenzo Santangelo e Nunzia Catalfo esprimono forte preoccupazione in seguito alla decisione della Francia di derogare alla Convenzione europea dei diritti umani.

Nonostante sia una decisione presa successivamente all’adozione dello stato di emergenza dopo i gravi attentati di Parigi del 13 novembre, è doveroso per noi ribadire che la priorità di ogni singola nazione è il rispetto totale dei diritti umani.

Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione internazionale, il cui scopo primario è proprio promuovere la democrazia e i diritti dell’uomo.

Sappiamo che la lotta al terrorismo è una grande sfida, ma questi attacchi alla nostra quotidianità colpiscono le nostre libertà, oltre che la nostra sicurezza.

Condividiamo le dichiarazioni di oggi della Presidente Brasseur
. Chiederemo al Segretario generale, Thorbjørn Jagland, di monitorare costantemente la situazione.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento