No Austerità, più ambiente, più salute, più lavoro

Da ilblogdellestelle.it In Italia, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si registrano 90.000 morti premature l’anno a causa dell’inquinamento. Il 95% dei cittadini europei a rischio malattie per micropolveri Pm 2.5 (60.600 morti anno in Italia), biossido d’azoto (20.500 morti anno nel nostro Paese, imputato numero uno i motori diesel) e ozono ( 3.200 morti anno nella penisola) vive nel Nord Italia come ha recentemente informato l’Agenzia Europea dell’Ambiente. Inoltre il nostro Paese registra il record di tumori infantili come affermato recentemente dallo studio…

Le ore più importanti del governo del cambiamento

Di Luigi Di Maio Sono ormai passati più di 9 mesi dal 4 marzo. Quel giorno ci siamo resi conto che il MoVimento 5 Stelle sarebbe andato al governo e che avremmo quindi avuto la responsabilità di realizzare quello che ci eravamo impegnati a fare. Da quel giorno abbiamo lavorato sodo per arrivare al risultato. Abbiamo sottoscritto un contratto di governo che contiene la nostra idea di Paese e oggi siamo a un passo dalla meta. Questi giorni, infatti, sono importantissimi perché manca pochissimo all’approvazione…

Pronta la tempesta perfetta su NPLs e banche italiane

La pubblicazione dell’addendum alle linee guida sugli NPL (i famosi crediti deteriorati) da parte della BCE a distanza di un giorno dalla pubblicazione del pacchetto legislativo della Commissione rappresenta senz’altro il più grave attacco mai visto al credito. Si tratta di due iniziative parallele e sovrapposte portate avanti dalle due istituzioni europee per rincarare la dose contro il sistema del credito. Le proposte impongono alle banche di mettere a copertura dei crediti deteriorati accantonamenti progressivi di capitale che arrivano sino alla copertura integrale del 100%…

L’entrata in vigore del CETA è uno scandalo per la democrazia: per questo va fermato

FERMIAMO IL CETA, SIAMO ANCORA IN TEMPO!Il CETA si può ancora fermare, basta che il Senato voti no alla sua ratifica per l'Italia. Il trattato è entrato in vigore solo parzialmente, in attesa di essere ratificato dai parlamenti nazionali, e basta che uno Stato non lo approvi perché salti tutto. Possiamo essere i primi in Europa a ottenere questo risultato. Il MoVimento 5 Stelle si sta battendo in tutte le sedi, e partecipa alla campagna di opposizione al CETA che va avanti in tutta Europa e in Italia dove oltre venti comuni, tra cui la capitale, hanno approvato delle mozioni di contrasto al CETA. I politici in Senato voteranno avendo a cuore i nostri interessi, o quelli delle lobby?

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Senato su Martedì 26 settembre 2017

di MoVimento 5 Stelle Il CETA si può ancora fermare, basta che il Parlamento voti no alla sua ratifica per l’Italia. Il trattato è entrato in vigore solo parzialmente, in attesa di essere ratificato dai parlamenti nazionali, e basta che uno Stato non lo approvi perché salti tutto. Possiamo essere i primi in Europa a ottenere questo risultato. In questi giorni il Senato può votare no alla ratifica del CETA e l’Italia può essere il primo Paese a non approvare questo trattato che danneggia il nostro…

Rousseau entra al Parlamento europeo: è la rivoluzione dei cittadini

Questo è il manifesto di Rousseau, il sistema operativo del M5S: “il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito…