La Pa va verso il futuro, a regime smart working almeno al 30%

Condivido con voi la mia intervista a Qui Finanza. Secondo gli ultimi dati diffusi, il 73,2% dei lavoratori della Pubblica Amministrazione sta attualmente operando in smart working. Parallelamente ai dati molto incoraggianti, ha riscontrato difficoltà legate a questo nuovo asset lavorativo? Sì, si tratta di un piccolo miracolo e voglio ringraziare la grandissima parte del pubblico impiego per lo sforzo e la capacità di resilienza. Esistono naturalmente difficoltà di tipo tecnologico e organizzativo, alle quali abbiamo già posto parziale rimedio. Ma le resistenze più forti…

Lo smart working dovrà diventare il normale modo di organizzare il lavoro futuro

Il mio intevento all’interno dell’inserto “Le Guide – Smart working” de Il Sole 24 ore di oggi. Al mio arrivo a Palazzo Vidoni lo smart working nel settore pubblico a norma di legge era stato fissato al 10% e solo in via sperimentale. Risultato mai raggiunto e comunque insufficiente, mentre la narrazione dominante dipingeva tutti i dipendenti pubblici quali fannulloni e furbetti del cartellino. Inprimis, sono intervenuta proprio su questo “racconto” che, oltre a ledere in modo eccessivo l’immagine dell’Italia, è diventato negli anni un…

PA, accelera la rivoluzione dello smart working

Di seguito, la mia intervista ad Angela Gennaro per il giornale online Open. Ministra Dadone, quali sono i primi dati sullo smart working nella PA? «La risposta è stata positiva, molti i dirigenti che hanno superato i loro limiti e la maggior parte dei lavoratori della PA riesce a lavorare da casa. Ci sono poi servizi indifferibili da effettuare di persona che sono rimessi all’organizzazione della singola amministrazione, sempre evitando assembramenti e rispettando le distanze di sicurezza. In questo, la pubblica amministrazione ha fatto un…

Pa, smart working sarà la norma

Di seguito la mia intervista a Nicola Pini per il quotidiano Avvenire. Ministra, coma sta la Pa in queste settimane drammatiche? È una situazione che ha costretto a prendere una strada che era già in parte tracciata. Di smart working si parla da tanto tempo e ora l’emergenza ci ha messo di fronte alla necessità di potenziare subito questo strumento. La risposta è stata positiva. In taluni casi stiamo già passando dalla sperimentazione all’ordinarietà del lavoro agile. Penso alla Città Metropolitana di Torino, a Bari,…

25 miliardi per sostenere l’Italia

Lavoratori, imprese, famiglie e Pa: 25 miliardi per sostenere l’Italia Lo avevamo scritto su direttive e circolari, ma per rafforzare il vincolo nei confronti delle amministrazioni, come promesso, lo abbiamo messo anche nel decreto “Cura Italia”. Fino alla fine dell’emergenza coronavirus lo smart working, cui si può far ricorso in modo semplificato e persino con strumenti del dipendente, è la forma ordinaria di svolgimento della prestazione nelle Pa. In ufficio le presenze vanno limitate esclusivamente alle attività indifferibili e che non si possono svolgere da…