Superiamo il feticcio del cartellino. Smart working al 40% negli uffici pubblici

La mia intervista di oggi a La Stampa, di Federico Capurso. Ministra, lo smart working nella pubblica amministrazione funziona? Diventerà strutturale? Vorrei mantenere tra il 30 e il 40 percento dei dipendenti pubblici in smart working anche nel post-Covid. Abbandoniamo il feticcio del cartellino, le polemiche sui furbetti, e iniziamo a far lavorare per obiettivi, con scadenze giornaliere, settimanali, mensili. Come funzionerà? Non si tradurrà solo in un “lavorare da casa”, ci saranno anche delle postazioni di co-working. E servirà un cambiamento di mentalità, nella…

Supereremo l’emergenza con una Pa migliore di prima

La mia intervista alla rivista cuneese IDEA. Signora Ministro, che cosa è cam­biato dopo l’ultimo discorso del premier Conte? «Tutto il Paese ha piena consapevolezza dello sforzo e dell’impegno che stiamo mettendo in campo sia per ridimensionare la portata del virus con le misure varate, in attesa di avere la soluzione definitiva grazie a un vaccino, sia rispetto all’importantissima partita che stiamo giocando in Europa. Anzi, direi che stiamo tentando di salvare la stessa Ue da un destino di autodissoluzione per colpa di miopie ed…

Rivoluzione e Coraggio

La mia intervista al quotidiano La Discussione. Mi ha colpito il suo concetto di coraggio. Pur essendo a guida di un Ministero che il cittadino vede come il tempio della burocrazia, lei parla di coraggio, di vittime del dovere, di smart working, di produzione e non di ore passate alla scrivania, di partecipazione critica del cittadino e non solo di furbetti del cartellino e di sanzioni. Davvero la P.A può rinascere tecnicamente e psicologicamente attraverso le sue vedute, da questa situazione? Questo è l’auspicio e…

La Pa va verso il futuro, a regime smart working almeno al 30%

Condivido con voi la mia intervista a Qui Finanza. Secondo gli ultimi dati diffusi, il 73,2% dei lavoratori della Pubblica Amministrazione sta attualmente operando in smart working. Parallelamente ai dati molto incoraggianti, ha riscontrato difficoltà legate a questo nuovo asset lavorativo? Sì, si tratta di un piccolo miracolo e voglio ringraziare la grandissima parte del pubblico impiego per lo sforzo e la capacità di resilienza. Esistono naturalmente difficoltà di tipo tecnologico e organizzativo, alle quali abbiamo già posto parziale rimedio. Ma le resistenze più forti…

PA, accelera la rivoluzione dello smart working

Di seguito, la mia intervista ad Angela Gennaro per il giornale online Open. Ministra Dadone, quali sono i primi dati sullo smart working nella PA? «La risposta è stata positiva, molti i dirigenti che hanno superato i loro limiti e la maggior parte dei lavoratori della PA riesce a lavorare da casa. Ci sono poi servizi indifferibili da effettuare di persona che sono rimessi all’organizzazione della singola amministrazione, sempre evitando assembramenti e rispettando le distanze di sicurezza. In questo, la pubblica amministrazione ha fatto un…